GATTI DA ADOTTARE
        GATTI ADOTTATI
        IN RICORDO DI
        SMARRITI e RITROVATI
        LETTERE A GATTOPOLI
        GADGETS
        EVENTI E CURIOSITA'
        RASSEGNA STAMPA
        MALATTIE DEI GATTI
        CONSIGLI UTILI
        ASSOCIAZIONI
        IL CLUB DI GATTOPOLI




Cerca

Cesena, 3 aprile 2009 - Il nuovo gattile urbano, in cui troveranno ricovero i gatti randagi, verrà inaugurato sabato alle 16 in via Pastore, nell’area artigianale di Torre del Moro: una gradevole struttura prefabbricata di colore pastello chiaro recintata da uno spazio verde, che ha fatto dire al sindaco Giordano Conti alla presentazione per la stampa avvenuta ieri: "Sembra un alloggio per vacanze". Insieme a Conti e al vicesindaco Fausto Aguzzoni, a fare gli onori di casa c’erano la presidente Enpa (sezione cesenate dell’ente nazionale protezione animali) Mariangela Baiardi e la volontaria Monia Amadori.
 
"Il trasloco dall’attuale ricovero di Gattolino — ha detto la presidente — avverrà nei prossimi mesi, ma già domani alcuni gatti saranno trasferiti. La nuova struttura è un luogo di degenza a tempo dove saranno assistiti in vista dell’adozione e prevede unità per ricovero, ambulatorio, zona infermieristica, zona di degenza e isolamento, nonché 13 box isolati destinati al ricovero. Mancano ancora locale di deposito, arredo degli interni e gabbie per la degenza. Il gattile è costato 374mila euro, di cui 274mila coperti da Comune (185mila euro), Provincia, Regione e Ministero della Sanità. Della parte restante ci siamo fatti carico noi. Diecimila euro sono stati raccolti dai privati. Progettazione architettonica ed impiantistica del gattile è stata effettuata a titolo gratuito.
 
L’opera di assistenza ai gatti senza padrone fu avviata dall’Enpa nel ’97 nei locali dell’ex Macello, grazie a una convenzione con il Comune, a cui sono seguiti analoghi accordi con altri sette comuni del comprensorio (Cesenatico, Gambettola, Sogliano, Longiano, Montiano, Sarsina e Mercato Saraceno). "Il terreno su cui sorge il gattile — ha aggiunto il sindaco — è stato assegnato dal Comune in diritto di superficie per 60 anni all’Enpa". "Solo nel 2008 — ecco i dati forniti dall’Enpa — sono stati 774 i mici randagi presi in cura dal gattile e 24 i gatti vittime di incidenti che hanno trovato soccorso. Per combattere il randagismo, siamo impegnati nelle sterilizzazioni insieme all’Ausl: ne sono state eseguite 300 nel 2008. Ai veterinari chiediamo, intanto, di abbassare i costi del servizio. Grazie alle adozioni l’anno scorso 256 mici randagi hanno trovato casa e recentemente abbiamo introdotto anche le adozioni a distanza, con aiuti economici per la cura dei mici. Cibiamo infine 300 gatti dislocati in una oasi felina a Lizzano e in una ventina di colonie da San Giorgio a via Cerchia a via Europa".
 
Randagi a parte, si stima che circa 25 famiglie cesenati su 45mila abbiamo il gatto domestico. "Il problema — sostiene la Baiardi — è che sono troppi i gattini neonati abbandonati". Fra le tante storie nascoste di ordinario amor felino, spicca quella della volontaria Enpa Graziella Mela di Longiano, che assiste in casa sua 32 gatti paraplegici, con la spina dorsale spezzata in seguito a incidenti stradali, ciascuno accudito nelle fasi di assunzione ed espulsione del cibo. 
  
ilrestodelcarlino.ilsole24ore.com/cesena

 Questa news è stata letta 3223 volte


comments powered by Disqus