Un appello da Gattopoli
di Elena Vandelli
 
I gatti da accasare sono tanti, i volontari pochi e le adozioni, mai come in questo periodo estivo, ancor meno. Tanti invece gli abbandoni (le stime ufficiali parlano di circa 135 mila circa all’anno) e tante le chiamate con urgenze, cucciolate indesiderate da sistemare, problemi prevedibili dei quali però molti sembrano accorgersi solo nel momento esatto in cui si presentano perché non sono stati presi provvedimenti per tempo come noi volontari ci sforziamo di spiegare in mille modi. La sterilizzazione è importante ma ti assicuro che tanti, un po’ per pigrizia, falsi moralismi o tirchieria, lo capiscono solo una volta nati i gattini e dopo allora parte la corsa sfrenata a cercare chi li possa adottare (troppo spesso senza fare i dovuti controlli del caso) , o a contattare i pochi rifugi (già al collasso) ... quando non succede di peggio.
 
Il portale www.gattopoli.it è stato pensato proprio per cercare di dare visibilità a tanti gatti che nelle loro gabbie di gattili o anche colonie, rimangono sconosciuti, quasi invisibili. I volontari che li accudiscono hanno così una sorta di “vetrina” per fare sapere a tutti coloro che rimarrebbero sempre sconosciuti: non mostrano solamente le loro foto ma raccontano anche la loro storia, descrivono carattere e abitudini così da facilitare chi è interessato all’adozione.
L’idea di Gattopoli inizialmente è nata con il contingente pensiero per le adozioni locali poi si è esteso ad appelli da tutta Italia. Il sito è molto seguito e si cominciano a vedere i primi effetti: le adozioni sono incrementate notevolmente, le donazioni anche , gli utenti del sito diffondono gli appelli e le news aiutandoci così ulteriormente a sensibilizzare riguardo gli argomenti trattati. Anche il Social network Facebook di cui si parla tanto ci sta aiutando infatti Gattopoli è sbarcato anche lì e chi si vuole iscrivere è il benvenuto!
Alcune volontarie di Gattopoli, contattano personalmente i recapiti degli annunci per cercare di tenerli aggiornati il più possibile, segnalando i gatti che sono già stati adottati (di questa categoria abbiamo ben 42 pagine di 18 gatti ciascuna!), altri ci danno una mano con la raccolta fondi vendendo i gadgets (magliette, calendari, oggettistica varia), persone che ci hanno conosciuto ci aiutano in mille modi diversi. Insomma una organizzazione ancora giovane se si vuole, ma che sta “diventando grande”. Colgo l’occasione per ringraziare pubblicamente tutti coloro che ci stanno aiutando ogni giorno.
 
Da tempo collaboriamo con il Centro Soccorso Animali di Modena, una associazione che da anni si occupa di animali nonostante la struttura alquanto semplice e le disponibilità economiche sempre limitate. Ciononostante agli animali è assicurata una permanenza, che ci si augura il più breve possibile, più che decorosa: scrupolosa pulizia, buon cibo e coccole a non finire. Consigliamo a tutti di venire a fare una visita e vedere la situazione di persona, a toccare con mano la realtà vissuta da animali e volontari quotidianamente: sforzi, sacrifici a non finire ma anche soddisfazioni. Chiunque può aiutare, in tanti modi diversi e ugualmente utili.
 
Termino proprio partendo dalla situazione che al momento viviamo al Centro Soccorso, per poi allargare a tutti i rifugi e canili di Italia, da cui ricevo giornalmente appelli: le vacanze sono importanti ma non è un buon motivo per abbandonare gli animali. Pensate che c’è chi vede il mondo da dietro una grata e potrebbe invece vivere felice nelle vostre case donandovi un amore sincero e assolutamente incondizionato!
  
Elena Vandelli
Gattopoli

 Questa news è stata letta 2938 volte


comments powered by Disqus